HOME VITA OPERE CASA BIAMONTI BIBLIOGRAFIA CRITICA SPAZIO APERTO ALBUM EVENTI ASSOCIAZIONE
 
<< TORNA INDIETRO

Bordighera il primo marzo 2003

Cara associzione"Amici di Francesco Biamonti",
dopo aver assistito, ieri sera, alla proiezione delle interviste rilasciate da Francesco alla televisione, italiana e francese, da voi organizzata, mando volentieri questo piccolo contributo al nuovo sito intitolato a Francesco Biamonti,che presumo sarà utilizzato per diffondere la conoscenza delle sue opere e del suo pensiero.
Quest’ultimo ci ha raggiunto ieri sera in modo molto forte. Anche se alla mercè degli intervistatori e con sequenze forse un po’ frammentarie e slegate, ma non per questo meno convincenti,il nostro autore ci ha avvinto per un lungo momento. Dietro alle immagini, molto toccanti,abbiamo rivisto l’uomo e abbiamo percepito la straordinaria forza, profondità e persuasività della sua meditazione.
E’ questo il messaggio per me più penetrante che promana dal Nostro, uomo, ancor prima che scrittore. Dalle sue veglie, dalle sue appassionate letture, dal suo rapporto col mondo. La lezione di Francesco è per me soprattutto questa. Certo ci ha commosso rivederlo, ma ciò che, ancor più che commosso, ci ha sgomentato fino a lasciarci senza parole è stato il fluire ininterrotto per più di un’ora del suo pensiero. Il quale non è soltanto la testimonianza dello scrittore o del suo rapporto col mondo delle lettere, continuo, ma scarnificato alla pura essenza, non espressione o stile, ma… pensiero appunto. Biamonti filosofo, oltre che grande scrittore, oltre che poeta dell’amato Ponente? Grato per il ruolo che avete voluto assumervi nonché per l’interessante serata, invio un cordiale saluto

Leopoldo Furlotti