HOME VITA OPERE CASA BIAMONTI BIBLIOGRAFIA CRITICA SPAZIO APERTO ALBUM EVENTI ASSOCIAZIONE
ROMANZI RACCONTI SAGGISTICA SCRITTI D'ARTE COLLABORAZIONI INTERVISTE
[ 1 2 3 4 5 ]
   
 

Si sentiva odore di lentisco e di assenzio e, a folate, il mare che smemorava.

 

 

   
 

Se ne andavano fra pini obliqui contro il mare laminato.

 

 

   
 

La montagna smussata, curva come una schiena stanca, mandava lampi grigi.

 

 

   
 

... il tramonto prendeva rilievo, si alzava e s'impossessava del mare con le sue schegge dorate.

 

 

   
 

... un ramo nudo se ne andava per traverso inciso dalle stelle.

 

 

   
 

La bellezza per lui evocava sempre un senso di privazione.

 

 

   
 

Il sereno dilagava. Il cielo a nord aveva altissimi crepacci.

 

 

   
 

I sogni erano al tramonto anche quello della ragione.

 

 

   
 

Da lì lo spazio si apriva su una luce che errava sul mare e lo scolpiva.

 

 

   
 

Di tutta quella sera era rimasta un po' di luce in un muro d'ombre...

 

 

[ 1 2 3 4 5 ]
INIZIO PAGINA