HOME VITA OPERE CASA BIAMONTI BIBLIOGRAFIA CRITICA SPAZIO APERTO ALBUM EVENTI ASSOCIAZIONE
GLI SCOPI STATUTO ISCRIZIONI CONTATTI

Alcune informazioni sull’Associazione
Amici di Francesco Biamonti

La scomparsa di Francesco Biamonti, oltre alla perdita dello scrittore e dell’uomo di cultura, ha lasciato un grande vuoto anche sul piano umano soprattutto fra gli amici o quanti hanno avuto l’occasione di conoscerne, sotto l’apparente riservatezza, l’umanità, l’intelligenza, la curiosità intellettuale, l’ironia, la disponibilità alla conversazione. Francesco era un grande scrittore ma era anche persona che viveva la sua realtà e coltivava intensi rapporti umani.

È normale quindi che proprio dagli amici, insieme ai familiari, sia venuta quasi spontaneamente la necessità di ritrovarsi e di trovare insieme il modo migliore per ricordare Francesco, cercando il più posibile di rimanere fedeli al suo stile e alla sua lezione. Sappiamo quanto egli mal sopportasse ogni retorica e ogni formalismo, sarà quindi importante, per chiunque voglia promuoverne l’opera letteraria e ricordarne la figura umana, rispettarne la sobrietà e la sua connaturata antiretorica.

Da queste premesse è nata nell’Agosto 2002 l’Associazione Amici di Francesco Biamonti. Essa vede collaborare insieme i familiari e i numerosi amici di Francesco, con il sostegno del Comune di San Biagio della Cima, dimora dello scrittore.

La sede sociale è stabilita presso i locali del Comune di S. Biagio, in Piazza 4 Novembre.

Scopo principale dell’Associazione è quello di promuovere ogni iniziativa di carattere culturale, artistico o didattico nell’intento di mantenere, diffondere e valorizzare la conoscenza dell’opera letteraria di Francesco Biamonti e della sua figura culturale ed umana ed inoltre di collaborare con i familiari alla cura e alla valorizzazione del suo archivio letterario, della sua biblioteca e della Casa Biamonti.

In tale ottica l’AFB ha individuato alcuni ambiti tematici di riferimento sui quali impernierà la propria attività. Fra questi in primo luogo quello letterario, sia in riferimento in modo specifico all’opera di Francesco Biamonti, sia, più in generale al mondo della letteratura o della poesia con particolare riguardo alle tematiche e ai filoni letterari cari a Biamonti; quello artistico, con particolare attenzione ai rapporti fra arte e letteratura, in generale e nell’opera di F. Biamonti e quello della tutela del paesaggio ligure (inteso sia come paesaggio agrario sia come paesaggio naturale) e della cultura del territorio (centri storici, fasce, case rurali, cultura dell’ulivo e della vite…), tutto quel patrimonio naturale e culturale da preservare dalla violenza e dall’avidità dell’uomo.

L’AFB si propone come punto di riferimento e di supporto per chiunque voglia avvicinarsi, approfondire o ricordare l’opera e la figura di Francesco Biamonti ed il contesto umano, ambientale e culturale in cui è vissuto, fornendo le proprie competenze e la propria collaborazione.

Una particolare attenzione sarà posta al mondo della scuola con l’intento di avvicinare i giovani alla conoscenza dell’opera di Francesco. Era d’altra parte lui stesso a prediligere questo contatto con i giovani che aveva sperimentato ed apprezzato in numerosi incontri avuti con studenti di scuole italiane e francesi.

L’AFB si propone altresì di sviluppare i rapporti di collaborazione e confronto fra il mondo culturale italiano e quello europeo, con particolare attenzione ai paesi del Mediterraneo e alla Francia innanzitutto, assecondando in questo modo quella che era la formazione culturale e la sensibilità di Biamonti, legato in modo particolare alla cultura francese e alla luce e al paesaggio provenzale.

Fra le iniziative che l’AFB ha finora realizzato si possono ricordare: la commemorazione di Francesco nel primo anniversario della sua scomparsa, organizzata in collaborazione con il Dipartimento di Italianistica dell’Università di Genova ed il Comune di San Biagio della Cima; la realizzazione, in collaborazione con La Gazzetta di Isolabona, di un numero interamente dedicato a Francesco ed intitolato per l’occasione La Gazzetta di San Biagio in cui sono raccolti ricordi, testimonianze, poesie a lui dedicate e un'ampia intervista rilasciata da Francesco agli studenti del Liceo Aprosio di Ventimiglia (la Gazzetta è disponibile e chi fosse interessato può richiederla direttamente all’Associazione).

È stato realizzato il sito internet dedicato a Francesco e all'attività dell'Associazione su cui state navigando, il quale viene periodicamente aggiornato per quanto riguarda la bibliografia (nuove pubblicazioni, traduzioni, interventi critici o giornalistici), eventi o altre segnalazioni.

Altri eventi di rilievo, organizzati dall'Associazione, sono stati: la giornata di studi dedicata ai rapporti fra Francesco Biamonti ed il pittore Ennio Morlotti, nel maggio 2003, e l'importante Convegno Francesco Biamonti: le parole, il silenzio, organizzato nell'ottobre 2003, in collaborazione con l'Università di Genova e la casa editrice Einaudi. Gli atti del Convegno sono stati pubblicati nel 2005, per i tipi de il melangolo.

Dal 2005 si è dato vita ad un serie di incontri a carattere letterario, denominati Itinerari di Letteratura, nei quali vengono affrontate tematiche, ripercorse poetiche e scritture, incontrati scrittori vicini al mondo di Biamonti. Il periodo di questi incontri è normalmente maggio - giugno di ogni anno.

Dal dicembre 2004 è stato istituito il Premio Grinzane - Francesco Biamonti.

Il nuovo Consiglio Direttivo, costituitosi nel marzo 2006, vede come Presidente Corrado Ramella, come Vice-Presidente il fratello di Francesco, Giancarlo Biamonti, come segretaria Germana Rossi, come tesoriere Franco Biamonti e come consiglieri, Valerio Amalberti, Maria Grazia Bugnella, Ario Calvini, Paola Maccario e Gianluca Picconi.

Hanno gia dato la loro adesione all’AFB scrittori, giornalisti e personalità del mondo della cultura e dell’arte come: Nico Orengo, Jacquelin Risset, François Maspero, Ivan Arnaldi, Enzo Maiolino, Sergio “Ciacio” Biancheri, Paolo Mauri, Bruno Quaranta, Sandra Rebershack, Angelo Cannavacciuolo, Stefano Verdino, Domenico Astengo, Antonio Ricci, Marco De Carolis, Salvatore Vento, Davide Longo, Matteo Meschiari, Luigi Betocchi.

Possono aderire all’AFB persone fisiche e/o Enti, Associazioni, o persone giuridiche in genere versando la quota annuale di Euro 10.
Per ulteriori informazioni o adesioni rivolgersi al Comune di S. Biagio della Cima (Im), tel.0184/289044, oppure al numero telefonico 0184/261244 o all’indirizzo di posta elettronica:
afb@francescobiamonti.it
info@francescobiamonti.it

Corrado Ramella